Follow us

Sei conversazioni d’arte sulle icone di ExpoinCittà

Schermata 2015-04-24 alle 16.52.05

Un viaggio attraverso la storia dell’arte con sei protagonisti d’eccezione che raccontano le icone di ExpoinCittà e il loro legame con Milano

Il progetto, promosso dal Comune di Milano, curato da Marco Carminati e coordinato da Art For Business, propone ai milanesi un modo nuovo per guardare la loro città, svelando bellezza, storia e segreti di sei capolavori della storia dell’arte, custoditi ed esposti in alcuni splendidi spazi milanesi, ma diventati simboli di arte e di bellezza in Italia e nel mondo.

Che cosa si nasconde dietro alcune delle più belle opere d’arte di Milano? Quale legame custodiscono con la città che le ospita? 

Un viaggio in sei serate attraverso la storia dell’arte con sei protagonisti d’eccezione storici dell’arte di fama internazionale e grandi divulgatori, che si sono distinti per il loro impegno nella ricerca e nella valorizzazione del nostro patrimonio storico e artistico, per svelare non solo le opere, ma anche comprendere il loro legame con la città e con la sua storia. Un'opportunità per fare luce sulle importanti istituzioni culturali che oggi le ospitano e mostrare quella vitalità creativa che accompagna da sempre Milano. Aneddoti, storie e curiosità che attraversano le discipline e i campi del sapere: un modo diverso e non accademico per scoprire il patrimonio e la storia di Milano nell’anno di Expo 2015.

Il progetto è curato da Marco Carminati.

Programma

6 MAGGIO 2015 | Il Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo 
con Stefano Zuffi

3 GIUGNO 2015 | Il Bacio di Francesco Hayez 
con Fernando Mazzocca 

1 LUGLIO 2015 | Lo Sposalizio della Vergine di Raffaello 
Con Cristina Acidini 

4 AGOSTO 2015 | La Pietà Rondanini di Michelangelo 
Con Antonio Paolucci 

1 SETTEMBRE 2015 | Concetto Spaziale. Attesa di Lucio Fontana 
Con Luca Massimo Barbero 

1 OTTOBRE 2015 | Ultima Cena di Leonardo da Vinci 
Con Marco Carminati 

Gli incontri si svolgono nella sala Alessi di Palazzo Marino, con inizio alle ore 21. Durata un’ora e 15 minuti circa.

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Per maggiori informazioni
info@artforbusiness.it

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Perché è importante fare senza?

600x303

Art For Business è stata chiamata da CFMT – Centro Formazione Management del Terziario per dare vita a una serata dedicata al saper fare senza. Disabilitare è un'attività preziosa per chiunque intanda imparare qualcosa. Siamo talmente abituati a sovrapporre e accumulare che abbiamo dimenticato quanto possa essere prezioso fare senza. Ci capita di ricordarcelo quando dobbiamo fronteggiare un cambiamento, quando le risorse scarseggiano e le risposte a cui siamo abituati non sono più in grado di rispondere in modo adeguato alle nostre domande.

Di che cosa dobbiamo fare senza oggi? Perché è importante fare senza? Quale contributo offrono le arti in questo contesto? Il maestro Nicola Campogrande si è da poco cimentato in un’operazione che lui stesso definisce di “arricchimento attraverso la rinuncia”. Tempi Burrascosi è un'opera che ha composto nel 2008 per voce recitante e orchestra, nel 2013 l’ha riadattata in una versione per voce recitante, pianoforte e percussioni. In questo processo di trasformazione ha dovuto rinunciare a 80 musicisti per affidare l'esecuzione a un semplice duo, pur sapendo che il pezzo era nato per essere suonato da un'orchestra sinfonica al gran completo. In altre parole ha dovuto fare senza. Il percorso che lo ha condotto a questa nuova soluzione assomiglia per molti aspetti a quello che fa il manager, costretto sempre più spesso a guidare un'impresa affidandosi a una piccola frazione delle risorse di cui sarebbe ideale disporre.

Con queste premesse nasce L’arte di fare senza, una serata di musica e parole ospitata nell'incantevole cornice della Casa Museo Bagatti Valsecchi. Nicola Campogrande, accompagnato da Simone Beneventi alle percussioni, Andrea Rebaudengo al pianoforte e dalla voce di Paola Roman mostrano quanto è fertile il fare senza: un'occasione per scoprire che, dietro la necessità di dover rinunciare a un numero sempre crescente di risorse, si svelano numerose opportunità di apprendimento. 

Ecco il video della serata

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

AFB al Festival della Felicità Interna Lorda di Catania

Schermata 2013-11-04 a 15.11.07Art For Business è stata invitata a partecipare al Festival della Felicità Interna Lorda di Catania, “un momento di aggregazione e riflessione partecipata sulle opportunità di felicità a cui di fatto la crisi ci spinge”. Accanto al parametro di misurazione del benessere per eccellenza, il Prodotto Interno Lordo, il Festival parte da un un nuovo indice, il cosiddetto FIL, basato sul concetto di Felicità Interna Lorda per aprire un tavolo di confronto sulle alternative di crescita che il contesto nel quale viviamo, caratterizzato da scarsità di risorse e anche di lavoro, ci offre.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

AFB al convegno del Touring Club Italiano “La cultura vale”

 Schermata 10-2456581 alle 17.12.31

Quali nuovi modelli culturali si possono delineare oggi per valorizzare il patrimonio del nostro Paese? L'associazione Art For Business, che insieme a Trivioquadrivio è impegnata dal 2007 nella costruzione di progetti che mettono al centro il valore dello scambio tra il mondo del business e quello della cultura, è stata invitata a partecipare al convegno organizzato dal Touring Club Italiano "La cultura vale | Percorsi possibili tra il profit e non profit per il patrimonio culturale".

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

In viaggio, maestro

 DSC_6516

Abbiamo conosciuto Paolo Rosa molti anni anni fa, intorno a un tavolo mentre si discuteva del futuro della Fabbrica del Vapore che allora stava nascendo a Milano. Insieme a lui abbiamo intrapreso un percorso comune, professionale, ma soprattutto umano. Paolo era un caro amico, un artista dai modi gentili dal quale abbiamo imparato molto, un compagno di viaggio con cui era sempre un piacere confrontarsi. 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

AFB alla presentazione del Rapporto Sociale 2012 di Sisal

DSC_5742

Come si costruisce un ambiente che favorisce la crescita delle persone, dentro e fuori dall’azienda? Come può essere valorizzato il contributo che le persone offrono alle comunità nelle quali operano? Queste le domande che hanno aperto l'intervento di Art For Business nell'incontro di presentazione del Bilancio di Sostenibilità di Sisal, tenutosi lo scorso 9 luglio a Roma. 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Art For Business al Festival dell’Economia di Trento

Schermata 05-2456428 alle 11.20.41

Cosa succede quando un gruppo di artisti entra in una grande industria tessile?
Come e perché uno dei più importanti studi legali d'Italia si fa ispirare dai linguaggi delle arti nel proprio lavoro?

Se vuoi scoprire come arte e business possano oggi dialogare con successo per costruire un linguaggio comune e affrontare la complessità che caratterizza il mondo contemporaneo, ti aspettiamo alla presentazione del libro di Art For Business al Festival dell’Economia di Trento.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Patrimonio Milanese – Meno vetrine, più banchi di scuola

 

 

 

Il lavoro rimane lo strumento principale di cui possiamo servirci per divenire noi stessi. A partire da questa riflessione, emersa in occasione dell'incontro con il filosofo Carlo Sini durante Art For Business Forum, ha preso vita Patrimonio Milanese, un progetto dedicato a Milano e a tutti coloro che in città lavorano o sono solo di passaggio.
 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

La leadership attraverso gli occhi della musica

"It’s one of the characteristics of a leader that he not doubt for one moment
the capacity of the people he’s leading 
to realize whatever he’s dreaming"

Durante il suo intervento a TED, il direttore della Boston Philharmonic Orchestra Benjamin Zander racconta la sua passione per la musica classica e la capacità di quest’ultima di modificare la percezione che le persone hanno del mondo e della propria relazione con gli altri. Il Maestro, con le sue parole, la sua esperienza e la sua musica, fornisce una interessante e appassionata chiave di lettura attraverso la quale ripensare la leadership e riconsiderare la definizione di successo. 

Benjamin Zander sostiene che il modello di leadership basato sulla capacità della persona di “stare davanti” e di dominare stia lentamente lasciando posto a un modello basato sulla relazione armonica. Il noi prevale sulla figura unica e il leader, così come il direttore d’orchestra, deve fare affidamento on his ability to make other people powerful. Questa visione implica anche una revisione dei parametri che definiscono il successo: da che cosa deduciamo il successo di una persona? Benjamin Zander risponde con un'altra domanda: how many shining eyes do we have around us?

Ancora una volta, la metafora delle arti offre uno spunto di riflessione, una strada per esplorare con occhi diversi ruoli e conoscenze apparentemente consolidate nelle organizzazioni di impresa, arricchendole di nuovi significati e aprendo nuove prospettive.

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Il contributo della poesia per la crescita professionale

" Inspiration is not the exclusive privilege of poets or artists generally. There is, has been, and will always be a certain group of people whom inspiration visits. It's made up of all those who've consciously chosen their calling and do their job with love and imagination. It may include doctors, teachers, gardeners – and I could list a hundred more professions. Their work becomes one continuous adventure as long as they manage to keep discovering new challenges in it. Difficulties and setbacks never quell their curiosity. A swarm of new questions emerges from every problem they solve. Whatever inspiration is, it's born from a continuous I don't know

Wislawa Szymborska

Le parole della poetessa Wislawa Szymborska sono un invito a riflettere su come ci poniamo nei confronti della nostra vita e del nostro lavoro e suggeriscono che la poesia può essere una strada per vivere e affrontare le sfide che incontriamo con immaginazione e creatività. In un interessante articolo sull’Harvard Business Review, lo scrittore e blogger John Coleman mostra come questa forma d’arte può influire nel quotidiano di professionisti che operano in diversi campi. Scrivere poesie, non soltanto leggerle, sostiene Coleman, permette di acquisire molteplici qualità e competenze dalle quali i professionisti possono trarre numerosi benefici, arricchendo il proprio lavoro e vivendolo con maggiore coinvolgimento e consapevolezza. 

 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Manifatture Musicali, dall’idea di un giovane appassionato di musica e arte

 

Manifatture Musicali è un interessante progetto a metà tra arte visiva e musica, che ha visto l'incontro tra il linguaggio musicale sperimentale di Cabeki e un'istituzione antica e consolidata come il Museo di arte medievale, rinascimentale e moderna di Castelvecchio. Affascinati e incuriositi dal progetto, abbiamo chiesto al suo ideatore e curatore Francesco Marrella, che ha collaborato con Art For Business per la lezione concerto Ascoltare l'Organizzazione, di raccontarci il suo percorso. Abbiamo così raccolto la testimonianza di un giovane determinato a far rivivere la sua città, a partire dagli ostacoli e dalle difficoltà con cui ha dovuto confrontarsi ma anche le soddisfazioni e i risultati che lo incoraggiano ad andare avanti nel suo progetto. 

Come nasce e in che cosa consiste il progetto Manifatture Musicali?

Manifatture Musicali è un progetto che porta la musica all’interno dei musei e nasce dal bisogno di trovare una soluzione a due problemi: l’immobilismo dei musei e la scarsità di spazi per i musicisti. Il progetto mira da una parte a promuovere il museo come soggetto vivo e attivo, dall’altra a essere uno stimolo per la produzione di nuova cultura.
Manifatture Musicali è, infatti, un progetto a lungo termine volto a superare il concetto di evento singolo; l’obiettivo è quello di favorire la creazione di una rete stabile di associazioni no profit, soggetti attivi, Amministrazione Pubblica e Istituzioni culturali del territorio di Verona, affinché diano vita al tessuto della città, ne facciano rivivere gli spazi pubblici e le proposte artistiche. Il concerto di Cabeki al museo di Castelvecchio è stato un “esperimento”. L'occasione è capitata quando il Museo mi ha chiesto di suonare durante la Notte Bianca che stavano organizzando; è allora che ho avuto l'idea di provare a realizzare il progetto. La risposta della città al primo concerto è stata molto incoraggiante: in una sola serata, durante la quale il Museo è rimasto aperto dalle 19.30 alle 23.30, abbiamo avuto più di 600 presenze, senza avere fatto alcun tipo di comunicazione istituzionale, ma utilizzando soltanto Facebook. 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Creatività al lavoro

 

 

 

 

"Business has much to learn from the arts… Studying the arts can help business people communicate more eloquently…Studying the arts can also help companies learn how to manage bright people…Studying the art world might even hold out the biggest prize of all—helping business become more innovative. Companies are scouring the world for new ideas. In their quest for creativity, they surely have something to learn from the creative industries."  
Joseph Schumpeter

 

Il recente studio di Adobe ha messo in luce la lacuna creativa che caratterizza oggi le cinque maggiori economie globali: Stati Uniti, Inghilterra, Germania, Francia e Giappone. Su cinquemila intervistati, l'80% è convinto che la liberazione di energia creativa sia fondamentale per favorire la crescita e lo sviluppo, ma solo il 25% ritiene di sfruttare pienamente il suo potenziale creativo, soprattutto quando si tratta del proprio lavoro. Da uno studio condotto dalla IBM emerge invece che il business è orientato alla crescita e al mantenimento dell’efficienza operativa, obiettivi che possono essere raggiunti coltivando leader creativi, mobilitandosi per una maggiore velocità e flessibilità e capitalizzando l’intelligenza collettiva. Tutto questo comporta la capacità di sviluppare e motivare una forza lavoro composta da molteplici personalità, che sia in grado identificare le debolezze della propria azienda e del mercato e trovare soluzioni innovative sotto forma di nuovi prodotti o servizi.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Tre nuove parole per il vocabolario del business

Contaminazione
Stefano Arienti
Dono
Claudio Madia
Parola
Nanni Balestrini

Contaminazione, dono e parola: queste le tre nuove parole che entrano a far parte del vocabolario di Art For Business.
Anche quest’anno, in occasione dell’AFB Forum, tre artisti sono stati inviati a interpretare altrettante parole comuni al linguaggio delle arti e a quello del business, offrendo ai partecipanti nuovi sguardi, stimoli e visioni.

Parole rilette a partire dall’esperienza artistica e raccontate a manager e uomini d’impresa perché a loro volta possano ripensarle all'interno della loro quotidianità e farne un uso più consapevole e completo nel loro contesto professionale.
L’artista Stefano Arienti, il saltimbanco fondatore della Piccola scuola di circo di Milano Claudio Madia, e Nanni Balestrini, tra i poeti del Gruppo 63, sono stati i protagonisti di questa terza edizione di Esplorare le parole, il progetto di Art For Business nato per costruire un nuovo vocabolario del business da mettere al servizio delle organizzazioni e delle persone che le abitano.

Scopri il Vocabolario del business

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Quello che gli imprenditori possono imparare dagli artisti

 

Perché un numero sempre maggiore di professionisti ha abbracciato il mondo dell'arte non come momento di evasione, ma come parte integrante del proprio lavoro e della propria vita? Perché l'arte fa bene al business! Questa convinzione si sta diffondendo negli Stati Uniti dove John Maeda, considerato tra le persone più importanti del XXI secolo e oggi presidente della Rhode Island School of Design, ha affermato che gli artisti saranno i nuovi imprenditori. 

Tim Leberecht, direttore marketing dell'agenzia di comunicazione frog Design e membro del World Economic Forum, ha dedicato un articolo a questo tema, sul quale Art For Business fa ricerca e sperimenta da alcuni anni. Accanto ai casi più interessanti, Leberecht formula dodici "traits", comportamenti e capacità che caratterizzano gli artisti e che dovrebbe avere chi aspira a lasciare una propria impronta nel mondo. 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Non perdetevi l’inserto!

 

Finalmente ci siamo! Il 27 gennaio usciranno con il Corriere della Sera, partner del progetto, le prime fotografie di una nuova Milano guardata con gli occhi dei suoi cittadini e fotografata da cinque grandi autori, selezionati per Cartoline da Milano nel circuito internazionale della fotografia d'autore: Luca Campigotto, Stefano De Luigi, Alex Majoli, Franco Pagetti, Alessandro Scotti. 

Per Art For Business è stata una grande avventura coinvolgere oltre 500 milanesi che hanno raccontato storie sui luoghi di Milano che più amano: parchi, locali, palazzi antichi e nuovi quartieri sono stati i protagonisti dei racconti offerti dai cittadini, che ora troveranno le loro storie in uno splendido inserto.

Cartoline da Milano, l’inchiesta partita nel 2012 per individuare i luoghi più amati dai milanesi e da chi frequenta la città, si sta trasformando in un bellissimo racconto visivo, un'indagine fotografica approfondita sulla Milano contemporanea.

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

L’arte racconta l’innovazione

 

Le Strandbeests (letteralmente animali da spiaggia) nascono dall’unione tra le conoscenze scientifiche e quelle artistiche di Theo Jansen. Lo scultore, che si definisce un po’ artista e un po’ ingegnere, ha realizzato nuove forme di vita soggette a una continua evoluzione, che porterà i suoi animali di legno e plastica a essere autosufficienti e a sopravvivere sulle spiagge delle coste olandesi.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Interrogare il contesto per cercare soluzioni

 

"Un giorno mi ha chiamata un'amica di Phoenix. Non è frequentatrice d'arte e probabilmente non è neanche mai stata al museo locale. Però, quel giorno, mi ha detto di avere trascinato tutti i colleghi fuori dall'ufficio e di averli convinti ad andare sotto la scultura. Ed eccoli lì, sdraiati nei loro completi da lavoro, mentre osservano le forme disegnate dal vento, accanto a sconosciuti, insieme ai quali condividere la riscoperta dello stupore". 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

In che modo le arti favoriscono lo studio delle scienze?

 

Attraverso la composizione di un brano musicale si possono ricostruire le strutture di materiali che gli ingegneri non potrebbero nemmeno intuire. Questa la scoperta dei ricercatori del MIT di Boston.

Al MIT di Boston la musica collabora con l’ingegneria per migliorare le proprietà dei materiali biosintetici. Traducendo in musica la struttura della tela del ragno, il team di bioingegneri, matematici e musicisti ha individuato le caratteristiche che rendono questa fibra, apparentemente debole, resistente come l’acciaio. Questo esperimento permetterà ai ricercatori di realizzare resistenti materiali a uso medico o civile e ha dato il via a una collaborazione tra ingegneri e musicisti che si è rivelata uno strumento insolito ma efficace per esplorare in modo innovativo il mondo della biologia.

Leggi l'articolo completo _ The music of the silks

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Art For Business Mentorship

 

Quale scambio si attiva tra chi può contare su un lungo percorso alle spalle e chi si deve ancora affacciare al mondo del lavoro?

Nasce da questa domanda Affidarsi all’esperienza per far volare le idee, un progetto ideato e curato da Art For Business in collaborazione e con il sostegno di Sisal. Apprendimento, creatività e mentorship: questi i temi chiave del progetto presentato ufficialmente in occasione della quinta edizione di Art For Business Forum alla Triennale di Milano. 

Il progetto nasce per offrire a due giovani studenti delle accademie e delle università milanesi un’opportunità: sviluppare un’idea, un sogno nel cassetto che altrimenti non vedrebbe la luce. Insieme all'editore Marco Ghezzi e all'artista Paolo Rosa, Art For Business ha raccolto e poi selezionato le due proposte che meglio hanno risposto ai criteri richiesti dal bando lanciato nel settembre 2012 ai giovani studenti creativi milanesi: L’altro livello della terra a cura di Elisabetta Falanga e Energia primaria a cura di Michela De Carlo.

 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

In libreria il nuovo libro di Art For Business

 

A cinque anni dalla prima edizione di Art For Business Forum, grazie a Vita e Pensiero e all’Università Cattolica di Milano, abbiamo avuto la straordinaria opportunità di fermarci e osservare la strada che abbiamo percorso.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Si è chiusa la quinta edizione di Art For Business Forum

Art For Business Forum 2012 si è concluso. Grazie alla collaborazione con alcuni partner e Istituzioni che hanno creduto nel progetto contribuendo alla sua realizzazione, lo scorso venerdì 16 novembre alla Triennale di Milano ha preso vita una giornata di scambio e dialogo tra mondi ed esperienze che solo raramente hanno la possibilità di confrontarsi. 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Art For Business Forum parla anche di te! Non puoi mancare

Sono aperte le iscrizioni a Art For Business Forum 2012 | Exchange to Innovate.

Artisti e imprenditori, filosofi e manager ti aspettano venerdì 16 novembre alla Triennale di Milano per una giornata dedicata al tema dello scambio e del dialogo per innovare i processi organizzativi e i comportamenti relazionali: che cosa significa dialogare oggi? Perché è vitale collaborare nelle organizzazioni? Che cosa possono offrire le arti per incentivare le dinamiche di scambio nelle imprese?

Art For Business si è posta queste domande e ti invita a condividere un’esperienza di scambio e confronto che ci auguriamo possa essere formativa e trasformativa.

 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Cartoline da Milano

 

C’erano una volta le Cartoline di Milano…il Castello Sforzesco, la piazza del Duomo, i giardini di Porta Venezia… E oggi? 

Quali sono le vie, gli scorci, le piazze che i cittadini amano e che più rappresentano la Milano che vivono ogni giorno?

 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Art For Business Forum 2012 – Exchange to innovate

Il 16 novembre torna alla Triennale di Milano Art For Business Forum 2012.
Quest’anno il Forum sarà un laboratorio aperto, una palestra dove condividere esperienze, ma soprattutto dove scambiare risorse, energie e idee per migliorare il proprio lavoro.
Un’occasione di coinvolgimento attivo per confrontarsi con manager, imprenditori e artisti sul tema dello scambio.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Art For Business, Italian Excellence!

Per il quarto anno Art For Business è stata invitata da ALTIS – Alta Impresa Scuola Società dell’Università Cattolica a intervenire in occasione di “Business, Experiencing Italian Excellence”, Summer School internazionale rivolta a studenti di tutto il mondo interessati a conoscere e confrontarsi sui temi legati alle eccellenze "made in Italy".

 

 

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

AFB Artistic Alley Cat #2: Barcellona

Come promesso, ecco il resoconto video della nostra seconda AFB Artistic Alley Cat, la prima in terra spagnola.

Le sedie rosse di Art For Business sono arrivate a Barcellona grazie alla collaborazione con l’artista argentino Maxò Rennella, fondatore della Galeria Maxò, luogo giovane e vitale. La nostra sedia non poteva mancare!

Tante altre città sono ancora da scoprire, in Italia e all’estero. Alla prossima pedalata!

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Trading Fours. Il jazz e l’organizzazione che apprende

 

Trading Fours. Il jazz e l’organizzazione che apprende è il libro scritto a quattro mani da Dario Villa, Responsabile delle attività di formazione manageriale di Trivioquadrivio e ideatore di Jazz For Business, con Michael Gold, pioniere degli approcci arts-based che usano il jazz come metafora per l’apprendimento delle organizzazioni.

"Che cosa accomuna il jazz e quei “sistemi viventi” che sono le imprese contemporanee? Il fatto di essere forme di organizzazione sociale che basano la propria esistenza nel mercato su un costante processo di apprendimento e innovazione [...].

“Trading fours” è un’espressione usata dai jazzisti per descrivere un particolare modo di improvvisare un dialogo a “botta e risposta” [...]. Questa espressione ci piace perché è capace di descrivere in modo semplice e diretto la natura della collaborazione fra jazzisti, che altro non è che una continua conversazione [...].

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Disegno per comprendere il mondo

 

In occasione dell'inaugurazione della mostra Pagine Nomadi che la Triennale di Milano gli ha dedicato, abbiamo incontrato Igort, uno dei graphic novelist più innovativi e impegnati della scena internazionale. Ci siamo intrattenuti con lui nelle sale del Palazzo dell'Arte chiacchierando e confrontandoci sullo stretto rapporto che vige tra narrazione e disegno.

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Aqui a nosotros nos encanta!

Le sillas rojas di AFB Community sono arrivate a destinazione.

Abbiamo pedalato tra la folla di Plaça de Catalunya giù fino al Monumento a Colon, sul lungo mare della Barceloneta fino alla Glorieta del Parque della Ciutadela.

La ricchezza estetica delle città europee è stata un alleato fondamentale per riflettere su quanto l'arte sia fatta non solo di opere, ma anche di luoghi, di atmosfere e di persone che come è accaduto a noi hanno improvvisato al ritmo di una tromba e di un basso dichiarando: "Aqui a nososotros nos encanta. ¿Y a ti?".

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

AFB Artistic Alley Cat sbarca a Barcellona

 

Le sedie rosse di Art For Business arrivano glueless full lace wigs nella città catalana dove domenica 6 Maggio la Community di AFB darà il via alla sua seconda Artistic Alley Cat.

La pedalata non competitiva alla ricerca dei luoghi "artistici" nascosti nelle nostre città è organizzata in collaborazione con la Galeria Maxò. Fondata e gestita dal giovane artista argentino Maxò Rennella, la Galeria ha uno sguardo sull'arte non convenzionale. Non a caso ha appena concluso una mostra con un titolo che ci ha fatto saltare sulla sedia: El arte de ir en bicicleta.

Quale miglior occasione per trasformare il finissagge della mostra in una riflessione urbana su due ruote per indagare sul valore delle arti per la comprensione della nostra quotidianità.

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

AFB a Let’s Co

Dal 18 al 20 aprile, Art For Business è stata tra i protagonisti di Let’s Co – Collaboration Cloud, la mostra digitale che ha raccolto le migliori esperienze di collaborazione in Italia.
Una stanza completamente vuota, le pareti tappezzate di QR code, una decina di tablet messi a disposizione di chi già non lo possedeva. Ogni QR code rimandava ad un progetto che mostra come l’innovazione e il valore si generino a partire dalla collaborazione tra diversità.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Collaborazione: l’impresa può apprenderla dalle arti?

Richard Sennett, docente presso la London School of Economics e la New York University, è il sociologo che più di ogni altro è riuscito a descrivere, in testi come Il declino dell'uomo pubblico, L'uomo flessibile e L'uomo artigiano, i cambiamenti della società contemporanea dal punto di vista della vita privata e lavorativa. Il suo nuovo testo Insieme, appena pubblicato da Feltrinelli, è incentrato su una nuova lettura dell'idea di collaborazione. In questa intervista, a cura di Art For Business, emerge il passato da musicista di Sennett e la sua visione su ciò che le arti possono insegnare alle organizzazioni rispetto alla collaborazione.

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

L’arte al tempo dei media

Art For Business ha offerto il proprio contributo alla ricerca confluita nel libro L’arte al tempo dei media curata da Francesco Casetti per Terna: cosa significa fare arte oggi? Cosa spinge a scegliere l’arte come professione di vita?
Questi gli interrogativi a cui i ricercatori hanno provato a dare una risposta, mettendosi in diretta relazione con le migliaia di artisti che nel corso degli anni hanno partecipato al Premio Terna.

Valeria Cantoni è stata chiamata a leggere e interpretare questi risultati alla luce degli studi e delle esperienze condotte sul campo con Art For Business.

Questa ricerca, perfettamente in linea con i risultati del lavoro di indagine di Art For Business (Che cosa me ne faccio dell’arte? Al lavoro e nella vita quotidiana, Ed. Allemandi, 2011), profila chiaramente un nuovo soggetto nel sistema contemporaneo dell’arte: il pubblico.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Osservare la città da una seggiola rossa

Camminando per le strade di Milano, da qualche giorno ci si può imbattere in alcune sedie rosse con un fumetto bianco.

Dopo una lunga pedalata, le prime cinque sedie di Art For Business sono state consegnate.
Rispetto a quanto previsto dal programma della prima AFB Artistic AlleyCat, abbiamo improvvisato una visita al Bastard Store di via Slataper. Qui, tutti i giorni, Bastard crea le proprie linee di abbigliamento, disegna, inventa, vende. Qui, tutti i giorni, questo luogo di lavoro diventa anche un luogo artistico.

La nostra sedia non poteva mancare…

Scarica il report

 

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

AFB Artistic AlleyCat

La AFB Community, la community dei giovani di Art For Business, organizza la prima AFB Artistic AlleyCat, un tour ciclistico per riscoprire l’artisticità dei luoghi che tutti i giorni frequentiamo, ma ai quali non prestiamo attenzione.

Quanti scorci nasconde Milano, ai quali non facciamo più caso? Come godere di questi posti che tutti i giorni ci guardano senza che ce ne accorgiamo?
Proveremo a ridare un valore artistico a questi luoghi perché chi li osserva e li vive quotidianamente possa apprezzarli e guardarli con occhi nuovi.

In ciascuno dei quattro luoghi selezionati dalla Community verrà lasciata una sedia rossa e un fumetto, che con un A noi qui piace… a te? inviterà chi si vorrà sedere su quella sedia a guardarsi attorno e ad apprezzare ciò che vede.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Record your passion for art

Art For Business e Moleskine presentano Art Journal, la Passion Moleskine interamente dedicata all’arte. Uno strumento originale per tenere traccia, organizzare e condividere le proprie esperienze artistiche.

L’incontro con l’arte è anzitutto un’esperienza individuale. Il dialogo di ogni persona con l’arte, le opere e gli artisti si muove attraverso infiniti modi, tempi e luoghi, diversi di volta in volta.

Come le mie emozioni influenzano il mio incontro con l’arte? Che cosa vuole comunicarmi l’artista con la sua opera? Come posso calare nella mia vita personale e professionale le riflessioni che l’arte mi suggerisce?

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Online i video degli incontri di Art For Business Forum 2011

I contenuti e le idee più stimolanti emerse ad Art For Business Forum 2011 sono accessibili anche a chi non era presente. Da domani l’AFB Channel e la web tv di Artribune pubblicheranno le clip degli incontri.

Si comincia con il seminario 6×6 Esplorare le parole: pochi minuti per respirare nuovamente, o per la prima volta, l’atmosfera che i nostri ospiti hanno saputo creare alla Triennale di Milano.

Un racconto guidato che ci aiuta a calare nella nostra vita lavorativa il valore e gli spunti lanciati dagli artisti.

Continuate a seguirci.

 

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Il libro di AFB alla tavola rotonda di Provincia Italiana

Provincia Italiana ha proposto un incontro per riflettere sullo scarto tra l’arte, la vita quotidiana e l’ambito professionale.

Quale occasione migliore per presentare il libro di AFB "Che cosa me ne faccio dell’arte? Al lavoro e nella vita quotidiana"?

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Art For Business Forum alla Biennale del Mediterraneo

In occasione della XV Biennale del Mediterraneo, l’artista milanese Chiara Colombi ha presentato al MACRO di Roma “Sul coraggio”.

L’artista, dopo aver partecipato ad Art For Business Forum 2011, è rimasta molto colpita dall’intervento ispirativo di Odile Decq, architetto ideatrice del progetto di ristrutturazione del MACRO e chiamata al Forum per interpretare la parola coraggio.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Il libro di AFB alla Libreria Egea di Milano

“È davvero triste constatare che persino l’arte sia divenuta una faccenda da esperti. Nella nostra epoca gli esperti si sono impadroniti di tutto e l’arte non è riuscita a fare eccezione – ma cosa ce ne facciamo dell’arte se non sa fare questa eccezione?
Fuori dalla cerchia degli esperti, l’arte contemporanea ha perduto valore agli occhi delle persone”.

Da questa riflessione ha preso spunto la presentazione del libro di Art For Business Che cosa me ne faccio dell’arte? Al lavoro e nella vita quotidiana, edito da Umberto Allemandi & Co.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Ritorna Disponibilità della cosa

Disponibilità della cosa
Un'opera di Stefano Arienti e Cesare Pietroiusti con la collaborazione di Paolo Bergmann
 
Una scultura di banconote da 50 euro realizzata a quattro mani dagli artisti Stefano Arienti e Cesare Pietroiusti, un progetto inaugurato nel 2008 al MAMbo di Bologna e proseguito nell’autunno dello stesso anno in occasione della seconda edizione di Art For Business Forum. Un’opera che si modifica nel tempo per l’aumento del materiale (denaro) messo a disposizione dai conferenti, ma può anche trasformarsi nella sua conformazione in qualsiasi momento, a discrezione esclusiva degli artisti e per sola mano di Stefano Arienti.
 
A chi appartiene l’opera d’arte? Fino a che punto si può spingere la partecipazione del pubblico? E’ possibile adottare nuovi meccanismi di distribuzione dell’opera? Queste alcune delle domande che affronta il progetto Disponibilità della cosa, che sarà presentato il prossimo giovedì 1 dicembre al MAXXI B.A.S.E. di Roma.
Nei prossimi mesi la scultura sarà posta in vendita presso una importante casa d’aste, evento che ne testerà il valore di opera d’arte sul piano commerciale. Quando la vendita andrà a buon fine i conferenti avranno diritto a riscuotere, oltre alla somma versata, gli utili maturati.

 

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

AFB Forum 2011: continuate a seguirci!

Art For Business Forum 2011 si è concluso da qualche giorno, siamo felici dei risultati raggiunti e della vostra partecipazione.
Con questo post cogliamo l’occasione per ringraziare tutte le persone che hanno reso possibile questa quarta edizione del Forum: i partecipanti, le istituzioni, i partner, gli ospiti, i volontari e tutti coloro che hanno creduto nel nostro lavoro.

A partire da questa settimana pubblicheremo, sul sito dedicato al Forum, alcuni approfondimenti: video, interviste ai protagonisti, abstract degli incontri scritti dagli studenti che ci hanno seguito, fotogallery e tanto altro ancora… continuate a seguirci!

 

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Art For Business Forum 2011

Venerdì 18 novembre parte Art For Business Forum 2011 | Imparare il presente.

Al centro di questa quarta edizione ci sarà il nostro presente, da osservare, decifrare e decodificare per resistere alla crisi e dotarsi degli strumenti culturali e progettuali per creare oggetti, servizi, immaginari più efficaci.

Imparare il Presente, titolo del Forum, vede due main lecturer: François Jullien, uno dei più importanti filosofi ed esperti di cultura orientale al mondo, Professore all’Università Paris VII, Direttore dell’Institute de la pensée contemporaine e autore, tra gli altri, diPhilosophie du vivre e Le trasformazioni silenziose, venerdì 18 novembre ci condurrà in un viaggio di esplorazione per capire come la cultura orientale possa offrire una chiave di lettura dei cambiamenti e delle sollecitazioni offerte dalla contemporaneità, trasformandoli in opportunità di crescita e innovazione; Chris Bangle, dal 1992 al 2010 a capo del design center di BMW e oggi ritenuto uno dei più influenti designer al mondo, sabato 19 novembre terrà la lecture Designing the Present, interrogandosi su come progettare il presente, manifestandolo negli oggetti, nei processi e nelle relazioni.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

Il libro di Art For Business ad Artissima

Sabato 5 novembre alle ore 12 al Book Corner di Artissima verrà presentato il libro Che cosa me ne faccio dell’arte? Al lavoro e nella vita quotidiana. La parola al pubblico e agli artisti - nato dal progetto di ricerca di Art For Business.

Durante l’incontro saranno presentati i risultati più interessanti emersi dal progetto di ricerca condotto da Art For Business che ha coinvolto 100 visitatori all’uscita dei musei d’arte contemporanea, 50 artisti italiani e alcuni rappresentanti del mondo della cultura, della ricerca e del business.

(leggi tutto)

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook

In libreria con AFB

Post to Twitter Post to Delicious Post to Facebook